Rende si riconferma città dell’accoglienza: il progetto “Arts for equality” è stato accolto

Rende si riconferma città dell’accoglienza: il progetto “Arts for equality” è stato accolto dall’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali.
“È un risultato questo -ha affermato l’assessora Marina Pasqua- che ci inorgoglisce: per il secondo anno consecutivo il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del consiglio dei ministri ha riconosciuto la qualità del lavoro sin ora svolto”.
“Un grazie va rivolto alla squadra formatasi con “Running for equality”, una compagine costituita da migranti, associazioni ed enti di categoria che ogni giorno e con impegno si occupano di pari opportunità e combattono ogni forma di pregiudizio razziale. Questo traguardo è frutto di un lavoro sinergico”.
Appuntamento dal 22 al 24 marzo, dunque, quando in occasione della settimana antirazzista si svolgerà “Arts for equality”: “abbiamo voluto riprendere il nome -ha dichiarato l’avvocata- che usammo nella precedente edizione. Se, infatti, lo scorso marzo il focus era sullo sport come veicolo privilegiato per promuovere una cultura antirazzista, l’anno prossimo sarà l’arte in tutte le sue manifestazioni a trasmettere lo stesso messaggio di pace e uguaglianza”.
La XIV settimana d’azione contro il razzismo vedrà il comune di Rende impegnato in prima linea nel contrasto alle discriminazioni etnico-razziali in occasione della ricorrenza annuale della Giornata Mondiale contro il razzismo del 21 marzo.
Oltre ai partners presenti già nella scorsa edizione -Daawa, AseCo, Teca, Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Unical, Benessere Bambino, oltre alla comunità e i Cas presenti sul territorio rendese- quest’anno si aggiungerà anche Radio Ciroma, media partner dell’iniziativa.
“Arts for equality -ha concluso la Pasqua- attraverso la musica, la danza, le arti figurative, la poesia, il cinema, il teatro, sarà spazio in cui confluiranno, interagendo, identità e patrimoni culturali differenti, in un’ottica di scoperta, arricchimento e valorizzazione reciproca. L’obiettivo è quello di promuovere la creazione di spazi di conoscenza, contaminazione e condivisione indispensabili per decostruire stereotipi e pregiudizi etnico-razziali”.

87 visite

torna all'inizio del contenuto

I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Scrollando o continuando a navigare su questo sito accetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi