Città di Rende

Piazza San Carlo Borromeo
87036 Rende (Cosenza)

SUAP

Lo sportello dello Sportello Unico Attività Produttive e Commercio è aperto al pubblico nei seguenti giorni:
Martedì dalle 08:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 17:00
Lunedì – Giovedì e Venerdì dalle 08:30 alle 12:30

Il Comune

Centralino: 0984-8284-11
Partita IVA: 00276350782
IBAN: IT20 V 07062 80880 000000108737
Conto Corrente Postale: 242875
Posta Elettronica Certificata: protocollo.rende@pec.it

Sezione Pubblica Istruzione

Orari di apertura al pubblico:

Gli uffici della Pubblica Istruzione sono aperti al pubblico nei seguenti giorni:

Martedì dalle 08:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 17:00

Lunedì – Giovedì e Venerdì dalle 08:30 alle 12:30

AVVISO del Sindaco – Causa Emergenza Sanitaria da COVID-19, l’accesso ai servizi erogati dagli uffici comunali avviene, fino a nuove disposizioni, esclusivamente attraverso le seguenti modalità:

modalità telematica, utilizzando l’indirizzo di posta elettronica certificata rende@pec.it, oppure gli indirizzi di posta elettronica sotto citati; telefonicamente, contattando i recapiti indicati precedentemente.

 

INFORMAZIONI

Contatti per informazioni e/o appuntamenti:

Tel: 0984.8284 356 – 231 – 354

E-mail: g.salerno@comune.rende.cs.it – p.diana@comune.rende.cs.it – r.saullo@comune.rende.cs.it

 

ASSESSORE: Sorrentino Elisa
DIRIGENTE: Roberta Vercillo
PERSONALE AMMINISTRATIVO: Diana Pompea, Rocco Saullo, Gianfranco Salerno

 

FUNZIONI

Il Settore Pubblica Istruzione realizza azioni e progetti che, supportando il sistema scolastico di base, pubblico – parificato, mirano a garantire pari opportunità di accesso al diritto dovere all’educazione e all’istruzione. Inoltre, partecipa alla promozione e all’ampliamento delle opportunità formative ed informative del territorio sostenendo la creazione e lo sviluppo di reti tra la scuola e le altre agenzie educative del territorio.

Procede alla redazione dei piani di dimensionamento e razionalizzazione della rete scolastica cittadina e partecipa all’individuazione delle esigenze di manutenzione degli edifici scolastici.

Sono molteplici gli incontri con i Dirigenti Scolastici delle scuole della città convinti che dalla sinergia delle forze presenti su un territorio possano nascere buone idee per i cittadini.

Nel sistema di governante della Scuola, infatti, l’Ente Locale riveste un ruolo decisivo per la propria peculiare prossimità alla realtà dei cittadini.

 

DIRITTO ALLO STUDIO

Il programma per il diritto allo studio, elaborato in attuazione dell’articolo 13 della Legge Regionale n° 27 dell’8 maggio 1985, rappresenta il documento principale con il quale l’Ente Locale detta le linee fondamentali degli interventi per l’attuazione del “Diritto allo Studio” nel proprio territorio coordinando con le risorse del proprio bilancio i finanziamenti Regionali di cui alla predetta L.R. 27/1985.

Nel quadro normativo di riferimento e in particolar modo nel rispetto delle funzioni di competenza del Comune così come emergono dall’art. 4 della legge Reg. 27/85, le finalità e gli obiettivi che l’Amministrazione intende perseguire nel campo del Diritto allo Studio sono fondamentalmente:

Assistenza Specialistica;

Agevolazione delle attività didattiche a tempo prolungato mediante il servizio di Refezione Scolastica;

Agevolazione alla frequenza scolastica mediante il servizio di trasporto;

Servizio di Semiconvitto in favore degli studenti dell’istituto professionale per l’Agricoltura e l’ambiente “F. Todaro” di Rende;

Fornitura dei testi scolastici per le scuole Primarie;

Buoni libro per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado;

Borsa di Studio Legge Regionale 62/2000 per gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado;

Progetti educativi – didattici – culturali;

Scuole dell’Infanzia paritarie.

Il piano tiene conto naturalmente, delle proposte formulate dalle Istituzioni Scolastiche, in conformità ai principi della Costituzione, del DPR 616/77, della Legge Regionale n° 27/85 e delle linee guida dell’Assessorato Regionale alla Pubblica Istruzione.

 

LE SCUOLE

 

DATI STATISTICI

Qui di seguito riportiamo una sintesi dei dati statistici delle scuole di Rende, trasmessi dai Dirigenti Scolastici, riferiti all’anno scolastico 2020/2021:

 

ISTITUTO COMPRENSIVO RENDE CENTRO

SCUOLA

N. ALUNNI

SCUOLE DELL’INFANZIA

155

SCUOLE PRIMARIE

546

TOTALE SCUOLE SEC. 1° GRADO

178

TOTALE COMPLESSIVO

879

 

ISTITUTO COMPRENSIVO RENDE QUATTROMIGLIA

SCUOLA

N. ALUNNI

TOTALE SCUOLE DELL’INFANZIA

  247

TOTALE SCUOLE PRIMARIE

  634

TOTALE SCUOLE SEC. 1° GRADO

  495

TOTALE COMPLESSIVO

1.376

 

ISTITUTO COMPRENSIVO RENDE COMMENDA

SCUOLA

N. ALUNNI

TOTALE SCUOLE DELL’INFANZIA

  273

TOTALE SCUOLE PRIMARIE

  773

TOTALE SCUOLE SEC. 1° GRADO

  515

TOTALE COMPLESSIVO

1.561

 

RIEPILOGO POPOLAZIONE SCOLASTICA SCUOLE COMPETENZA COMUNALE

N. ALUNNI

SCUOLE DELL’INFANZIA

  675

SCUOLE PRIMARIE

1.953

SCUOLE SEC. 1° GRADO

1.188

TOTALE 

3.816

 

ASSISTENZA SPECIALISTICA ALUNNI DISABILI:

Nell’ambito della scuola dell’obbligo e pre obbligo, L’Amministrazione Comunale, in conformità a quanto disposto dalla Legge 104/94, ha predisposto interventi per l’integrazione scolastica ed extrascolastica dei soggetti disabili, con particolare riguardo a:

Assistenza scolastica per l’autonomia e la comunicazione a favore di alunni con handicap accertato ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/92 che frequentano le Scuole dell’Infanzia, le Scuole Primarie e le Scuole Secondarie di primo Grado di Rende;

Fornitura di materiale didattico e strumentale finalizzato ad un progetto individualizzato di inserimento o di apprendimento predisposto dall’ Amministrazione Scolastica.

 

REFEZIONE SCOLASTICA

Il servizio di refezione scolastica è sicuramente il principale servizio di supporto all’istruzione di competenza dell’Ente locale e, conformemente alla legislazione regionale in materia, da privilegiare nella programmazione comunale sugli interventi per il diritto allo studio.

Il servizio viene erogato in favore delle seguenti Scuole:

10 Scuole dell’Infanzia Statali;

4 Scuole Primarie.

L’erogazione del servizio, alle scuole di competenza comunale, dall’anno scolastico 2007/08 è stato esternalizzato ed affidato, mediante apposita gara ad evidenza pubblica, a Ditta specializzata nel settore.

I pasti vengono preparati all’interno di ogni plesso scolastico dove è predisposta idonea e attrezzata cucina, tranne nelle scuole primarie S. Agostino, Rende Centro e Quattromiglia dove è presente solo il refettorio.

La qualità del servizio viene garantita da idoneo personale.

L’accesso al servizio mensa è offerto a tutti i richiedenti previa domanda. Gli utenti sono chiamati a contribuire al sostenimento dei costi, con esenzione per le famiglie con indicatore ISEE fino a €. 4.500,00.

E’ stato attivato un sistema di controllo effettuando un monitoraggio tra i genitori, in occasione del pagamento mensile del ticket, circa il gradimento del pasto da parte dei bambini. I risultati saranno valutati per eventuali modifiche e accomodamenti.

I pasti preparati nelle cucine scolastiche sono prodotti con alimenti freschi consegnati ogni mattina; dopo i controlli previsti, sono confezionati secondo il menù prestabilito per la giornata e distribuiti agli utenti.

Tutti gli alimenti utilizzati devono rispondere agli stessi requisiti di qualità merceologica.

La sicurezza, l’igiene e la qualità degli alimenti, infatti, sono aspetti del servizio che vengono curati con particolare attenzione per tutelare la salute dei bambini.

Il servizio è in grado di fornire “diete speciali” in sostituzione dei menu previsti, qualora l’utente ha necessità di nutrirsi con cibi particolari per motivi di salute, religiosi o etici.

Il servizio è soggetto ai controlli previsti dalla normativa HACCP per il controllo qualitativo, batteriologico e chimico.

La Giunta Comunale delibera le tariffe per il sevizio mensa scolastica da applicare durante l’anno. Le fasce di contribuzione sono regolate sulla base dell’Indicatore Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.).

Le richieste al servizio, come indicato nel regolamento di accesso e fruizione del servizio di refezione scolastica approvato con Deliberazione del Commissario straordinario n. 7 del 16.04.2014, art. 7 punto 1, devono essere presentate presso l’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Rende entro il 30 giugno di ogni anno.

Si avvisano i genitori interessati al servizio di Refezione Scolastica, che il pagamento della retta può essere effettuato tramite bonifico bancario IBAN: IT12C0306916200100000000854, intestato a Mencadora Srl, indicando il codice fiscale dell’alunno, il nome e cognome dell’alunno, il servizio di refezione scolastica 2020/2021 e la scuola di appartenenza.

L’avvenuto pagamento potrà essere successivamente verificato tramite l’app “Donacod” colleganodosi al seguente link: https://www.donacod.com/aff/home/173/ entro tre giorni lavorativi.

Si comunica, che la ditta appaltatrice del servizio di che trattasi, sta provvedendo ad attuare un’ ulteriore modalità di pagamento alternativo al bonifico bancario tramite bollettino postale.

 

TRASPORTO SCOLASTICO

Il servizio è organizzato in modo da garantire agli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado la frequenza scolastica.

Il servizio è gestito in economia, con l’impiego di 9 scuolabus più due idonei per il trasporto scolastico.

I conduttori degli scuolabus sono dipendenti qualificati e muniti di patente di guida secondo norma.

Gli utenti sono tenuti a contribuire al sostenimento dei costi, attraverso una contribuzione graduata per scaglioni di reddito, con esenzione per le famiglie con indicatore I.S.E.E. fino a € 4.500,00.

Il servizio si articola in tre momenti della giornata ciascuno dei quali comprende più percorsi per ogni scuolabus secondo il seguente schema orario:

– antimeridiana:

1° percorso

Dalle 7,30 alle 8,00

per alunni della scuola secondaria di 1° gr.

2° percorso

Dalle 8,00 alle 8,30

per alunni della scuola primaria

3° percorso

Dalle 8,30 alle 9,00

per alunni della scuola dell’infanzia

– al termine delle attività didattiche mattutine:

1° percorso

Dalle 13,15 alle 14,00

per alunni della scuola primarie

2° percorso

Dalle 14,00 alle 14,45

per alunni della scuola dell’obbligo

-pomeridiana:

1° percorso

Dalle 16.00 alle 17,00

per alunni della scuola dell’infanzia

2° percorso

Dalle 16,30alle 17,00

per alunni delle scuola primarie a T. P.

Al fine di ottenere la razionalizzazione dei percorsi secondo un criterio di economicità dei tempi di percorrenza, il personale del reparto ha istituito, dove possibile, punti di raccolta. Tuttavia la vastità del territorio comunale, (circa 55 km. quadrati con una densità abitativa di 650 abitanti per Kmq. dati aggiornati al 31.12.2017 abitanti n. 35724), la presenza di case isolate e la frequente impossibilità di creare, causa l’esiguità delle banchine stradali, luoghi di sosta sicuri per gli utenti hanno fatto sì che le fermate compiute dagli scuolabus siano ancora numerose. D’altro canto si è cercato di avvantaggiare gli utenti, prevedendo anche fermate presso le abitazioni e, dove possibile, percorsi distinti per ordine di scuola.

Le richieste al servizio, come indicato nel regolamento di accesso e fruizione del servizio di trasporto scolastico approvato con Deliberazione del Commissario straordinario n. 8 del 16.04.2014, art. 4 punto 5, devono essere presentate presso l’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Rende entro il 30 giugno di ogni anno.

Le escursioni brevi, da intendersi come uscite didattiche con scuolabus, previa richiesta del Dirigente Scolastico ai sensi del Decreto del Ministero dei Trasporti 31 gennaio 1997, vengono autorizzate dal Responsabile del Servizio e sono state previste in orario antimeridiano (dalle 9,15 alle ore 12,15).

 

SEMICONVITTO STUDENTI IST. ISTR. SUP. “F. TODARO”

Viene annualmente bandito il concorso per il conferimento di posti di studio quale “Semiconvittore” presso l’Istituto professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente “F. Todaro” di c.da Lacone di Rende.

I pasti vengono preparati da idoneo personale della Scuola, mentre l’Amministrazione Comunale fornisce le vivande.

Dall’anno Scolastico 2011/2012, questa Amministrazione comunale, con Deliberazione n. 277, ha autorizzato la gestione diretta da parte della Scuola dei fondi erogati dalla Regione Calabria per il servizio mensa in favore degli studenti Semiconvittori;

 

FORNITURA DEI TESTI SCOLASTICI PER LE SCUOLE PRIMARIE

L’Amministrazione Comunale provvede, in attuazione dell’Art. 156 del D.lgs 297/1994, al totale finanziamento della spesa relativa ai libri di testo delle Scuole Primarie.

 

BUONI LIBRO

Agli studenti delle Scuole Secondarie di 1^ e 2^ Grado, appartenenti a famiglie in condizioni di disagio, vengono forniti libri di testo, secondo criteri e modalità stabiliti dalla normativa vigente.

L’ assegnazione del beneficio, d’intesa con le istituzioni scolastiche, avviene mediante regolare graduatoria.

 

 

Avviso Buoni Libro 2020-2021

 

BORSA DI STUDIO LEGGE 62/2000

Agli studenti delle Scuole Primarie e Secondarie di 1^ e 2^ Grado, appartenenti a famiglie in condizioni di disagio, viene fornito un contributo per le spese scolastiche, secondo criteri e modalità stabiliti dalla normativa vigente.

L’ assegnazione del beneficio, d’intesa con le istituzioni scolastiche, avviene mediante regolare graduatoria.

 

PROGETTI EDUCATIVI DIDATTICI CULTURALI:

Particolare attenzione viene riservata alle attività integrative di promozione culturale, attuate in stretta collaborazione con l’organizzazione scolastica locale, attraverso il sostegno per la realizzazione dei progetti presentati nel piano dell’offerta formativa (P.O.F.) secondo procedure indicate dall’Assessorato Regionale alla P.I.;

 

SCUOLE MATERNE PARITARIE

Ritenuto fondamentale il ruolo svolto dalle diverse scuole materne paritarie presenti nel territorio comunale che tutte insieme concorrono all’obiettivo della generalizzazione del servizio, in modo da garantire il diritto a tutti i bambini, in età pre obbligo, di godere di pari opportunità formative ed educative, il Comune si impegna a trasferire i fondi relativi al “servizio mensa” assegnati dalla Regione Calabria, a tutte le Scuole dell’Infanzia Paritarie.